Pupo in ceramica – Bradamante

315,00

Disponibile su ordinazione

50 cm di altezza compreso di base in ceramica e asta in ferro battuto.
IL “Pupo in Ceramica”: la prima marionetta articolata interamente costituita da argilla cotta, smaltata e decorata. I quasi venti pezzi che compongono l’armatura seguono un rigoroso processo di lavorazione.

Scheda Personaggio

Mestiere:Paladina
Religione:Cristiano
Colore Identificato:Verde
Segni particolari:Viso Fiero
Carattere:Combattente e tenace
Cenni Biografici:Figlia di Amone e Beatrice, grazie alle sue virtù guerresche ottiene un posto d’onore tra i paladini di Carlo Magno al fianco del fratello Rinaldo. Fra mirabolanti avventure e intrepidi duelli incontra e si innamora di Ruggiero, nonostante il mago Atlante ostacoli l’unione al fine di salvare Ruggiero da un nefasto destino. Alla morte dell’amato abbandona le armi e si rifugia in una grotta e dopo aver affidato il figlio alla cognata Marfisa muore e, per sua volontà, viene sempolta accanto all’amato marito.
Citazione preferita: “E’ inutile puntare la luce sugli occhi di un cieco”

Un pò di storia di Bradamante

Paladina di Carlo Magno, innamorata di Ruggiero, impersonifica la vera donna guerriera, in un poema in cui le donne esistono principalmente per essere inseguite o salvate. Talmente guerriera che il suo comportamento potrebbe essere accostato a quello di un uomo, ma non è così. Bradamante è una donna che si comporta esattamente come una donna, la differenza che è l’unica, nell’opera, a cui è concesso farlo. Nelle sue gesta non traspare mai virilità e neanche nella sua indole: il lettore ha l’impressione di trovarsi di fronte una donna bellissima, sensuale e incredibilmente magnetica. Che quando arriva il ritorno del suo amato Ruggiero diventa debole, delicata, struggente. Da molti considerata più affascinante di Angelica, descritta nel poema come oggetto del desiderio di tutti, ma priva di reale spessore. Paradossalmente, l’unica donna paragonabile a Bradamante nell’opera è la sua antagonista in amore: la maga Alcina, che tiene prigioniero Ruggiero sulla sua isola, fin quando Ruggiero rinsavisce e va via. Bradamante invece vince su tutti i fronti.
Dall’inizio alla fine dell’opera, non fa altro che accumulare vittorie una dopo l’altra: Brunello, Atlante, Rodomonte, per dirne alcune. Ruggiero, per dirne un’altra.
Ruggiero che in alcune delle sue storie con Bradamante, diventa persino marginale: un trofeo, qualcosa che la paladina alla fine vince, ottiene, conquista. Una storia che si ripete, l’oggetto del desiderio rincorso, cercato, agognato. Ma qui a essere inseguito è un uomo. È soprattutto, alla fine Ruggiero viene raggiunto. Mentre Angelica no: la inseguono tutti, tutti si innamorano di lei e cercano di farla propria, ma nel momento cruciale, a un passo dall’obiettivo, la verità è che Ruggiero fallisce, e Bradamante no.

 

* Tutti i nostri prodotti sono realizzati a mano, ogni articolo è unico in quanto presenta piccole variazioni.
* I Pupi e gli oggetti in ottone non sono oggetti destinati ai bambini, in quanto presentano piccole parti affilate.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pupo in ceramica – Bradamante”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *